venerdì 20 luglio 2018

MODIFICA CIRCOLARE GABRIELLI


Gentili tutti,

Desidero comunicarvi la mia soddisfazione per la direttiva in materia di sicurezza che mette mano alla circolare Gabrielli e alle altre direttive che negli ultimi anni rischiavano di mettere a rischio centinaia di piccole manifestazioni organizzate dalle pro-loco, dalle associazioni di Paese e dagli Enti Locali. Si tratta di un risultato quantomeno inaspettato almeno sotto il profilo della tempistica. Sono passati pochi giorni dall’incontro che i parlamentari piemontesi di Forza Italia e del centro destra hanno avuto con il Ministero.
A seguito dell’incontro  sono a comunicarvi che già oggi la direttiva é operativa risolvendo un problema che si protraeva da mesi.
 

Le modifiche nelle prescrizioni alle quali dovranno attenersi gli operatori dell'intrattenimento nei piccoli eventi costituiscono una vera e propria boccata d'ossigeno per i nostri piccoli Comuni che vivono grazie alle sagre, alle feste di paese, alla fiere. Si tratta di un risultato straordinario in particolare per le tempistiche visto che la nuova direttiva arriva a ridosso degli eventi di  agosto.
  Le strutture del Ministero sono state disponibili ed efficienti.  L’impegno dei parlamentari ha ridato dignità e tradizione a un grande numero di Comuni e Associazioni che tengono vivo  il Piemonte.
Sono a disposizione per fornire informazioni.

On. Daniela RUFFINO

Avviso pubblico di finanziamento legge regionale 47/1997 per i corsi delle Università popolari e della terza età




Il contributo regionale sostiene i corsi di educazione degli adulti (corsi multi-disciplinari e laboratori manuali, espressivi, motori) organizzati per l’anno 2018/2019 dalle Associazioni culturali configurate come Università popolari e della terza età e dalle Associazioni culturali variamente denominate ma statutariamente finalizzate al medesimo ambito di attività. Il contributo regionale sostiene le spese correnti direttamente connesse alla realizzazione dei corsi e, in quota-parte, le spese generali e di funzionamento. L’avviso pubblico di finanziamento, rivolto alle suddette Associazioni, è stato approvato mediante la determinazione dirigenziale n. 260/A2003A del 5 luglio 2018.

Materia: 
Cultura
Soggetti beneficiari: 
Soggetti non lucrativi (associazioni, onlus, enti non lucrativi di diritto privato equivalenti)  statutariamente finalizzati alla organizzazione di corsi multi-disciplinari rivolti quale opportunità di promozione culturale ai ritirati dal lavoro e agli adulti fuoriusciti dal sistema dell’istruzione, dell’università e della formazione professionale.

Tipologia finanziamento: 
Fondi regionali
Note presentazione domande: 
L’istanza deve essere presentata, a pena di inammissibilità, dal legale rappresentante, esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo attivitaculturali@cert.regione.piemonte.it entro il termine del 15 settembre 2018 compreso, con una delle seguenti modalità: apposizione di firma digitale in formato .pdf con estensione .p7m, oppure sottoscrizione in maniera autografa su supporto cartaceo, convertita in rappresentazione digitale con estensione .pdf e inviata unitamente alla copia del documento d’identità del legale rappresentante in corso di validità (sempre in formato .pdf). Nell’oggetto del messaggio di posta elettronica certificata, deve essere indicato il riferimento: Denominazione del soggetto richiedente - Avviso pubblico di finanziamento – l.r. 47/1997 – Corsi di educazione degli adulti 2018/2019. L’istanza deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Settore Promozione delle Attività Culturali, del Patrimonio Linguistico e dello Spettacolo.

Importo in €: 
€ 38.750,00
Contatti: 
Daniele Tessa – telefono 011.4324436 – e-mail: daniele.tessa@regione.piemonte.it

Struttura di riferimento: 
A2003A - PROMOZIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, DEL PATRIMONIO LINGUISTICO E DELLO SPETTACOLO

INAIL. Bando Bric 2018. Contributo a fondo perduto per l’affidamento di collaborazioni a titolo oneroso per le attività di ricerca.




AREA GEOGRAFICA: Italia
SETTORI DI ATTIVITÀ: Pubblico
BENEFICIARI: Ente pubblico
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Promozione/Export, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 4.550.000
BANDO APERTO | Scadenza il 03/08/2018
Con il Bando Bric 2018, Inail intende valorizzare e implementare la propria rete scientifica, mediante l’affidamento di progetti in collaborazione di durata biennale, per lo sviluppo di tematiche di ricerca nei tre ambiti core della mission istituzionale (il reinserimento lavorativo, la tutela assicurativa e la prevenzione), per il completamento degli obiettivi del Piano di attività di ricerca 2016/2018 e in una prospettiva integrata con la prossima pianificazione operativa triennale.

Soggetti beneficiari

I Destinatari Istituzionali a cui affidare le suddette collaborazioni sono:
  • Enti di ricerca pubblici e relative articolazioni organizzative interne (ad esempio Dipartimenti) che siano dotate del relativo potere di rappresentanza nei rapporti con i Terzi secondo i rispettivi ordinamenti o in virtù di specifici atti di delega; 
  • Università e relativi Dipartimenti universitari;
  • Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. 
Nell’ambito delle proposte progettuali presentate dai sopra riportati Destinatari Istituzionali può essere previsto il coinvolgimento nelle attività di ricerca di uno o più dei seguenti Enti Partner:
  • Enti di ricerca pubblici e relative articolazioni organizzative interne (ad esempio Dipartimenti) che siano dotate del relativo potere di rappresentanza nei rapporti con i Terzi secondo i rispettivi ordinamenti o in virtù di specifici atti di delega; 
  • Università e relativi Dipartimenti universitari; 
  • Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico; 
  • Regioni, Province Autonome e Pubbliche Amministrazioni ad esse afferenti (ad esempio ASL, Aziende Ospedaliere, ARPA); 
  • Strutture di ricerca delle Associazioni di categoria e delle parti sociali, iscritte all’Anagrafe nazionale delle ricerche con esperienza in ambito salute e sicurezza sul lavoro e/o in studi sociali, nonché le Fondazioni a carattere nazionale iscritte all’Anagrafe nazionale delle ricerche con esperienza in ambito salute e sicurezza sul lavoro e/o in studi sociali.

Tipologia di spesa ammissibili

Sono finanziabili le spese sostenute per:
  • Personale strutturato
  • Personale non strutturato
  • Servizi per la ricerca/subcontratti
  • Missioni
  • Materiale di consumo
  • Attrezzature Scientifiche/subcontratti
  • Trasferimento dei risultati
  • Spese generali

Entità e forma dell'agevolazione

La dotazione finanziaria è pari ad € 4.550.000,00.

Scadenza

3 agosto 2018

RNEWS: comunicati stampa




RUFFINO 2026: RUFFINO ( FI), OK EMENDAMENTI SINDACI VALLI
 
"I due emendamenti fatti propri dal sindaco Chiara Appendino, ma suggeriti dai sindaci delle valli olimpiche, sono un rammendo dell'ultimo minuto con tutti gli inconvenienti che esso comporta". Cosi', in una nota, la parlamentare di Forza Italia Daniela RUFFINO. "Bene ha fatto il sindaco di Torino ad accogliere l'idea che sia un ente terzo 'indicato dal governo' a fare la valutazione del rapporto costi/benefici, meglio sarebbe stato se questo ruolo fosse stato riconosciuto al Coni in quanto titolare della scelta finale sulla candidatura italiana da presentare al Cio - aggiunge l'esponente azzurra -. I sindaci olimpici hanno cosi' visto accolte le loro osservazioni, e questo e' un fatto positivo. Mi chiedo se sia anche sufficiente per giustificare l'approvazione del secondo emendamento, condivisibile nel contenuto, con cui si rifiuta ogni sinergia con altri territori, vale a dire la condivisione delle Olimpiadi con Milano. Un rifiuto comprensibile ma ancor meglio sostenibile senza tutti i paletti messi dalla maggioranza M5s. Forza Italia ha assunto una posizione responsabile e allo scontro aperto con la giunta ha preferito un ruolo di raccordo con la societa' civile, il mondo dell'impresa e i sindaci olimpici. La nostra preoccupazione e' stata e rimane una sola: tenere insieme il territorio ed evitare che le nostre legittime ambizioni olimpiche possano essere frustrate dalla cecita' ideologica della giunta Appendino".





AMBIENTE, RUFFINO (FI): OBIETTIVI MINISTRO COSTA AMBIZIOSI: CON QUALI RISORSE?
 
Le linee programmatiche illustrate dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa in Commissione sono condivisibili nella loro genericità, ma aspettiamo di conoscerne i contenuti più precisi per capire come saranno tradotti in termini operativi gli obiettivi ambiziosi del ministro. Le condizioni drammatiche dell'ambiente avrebbero imposto di mettere la prevenzione del rischio idrogeologico al primo punto, e non al terzo, delle linee programmatiche. Un serio programma non può guardare soltanto al futuro remoto, con l'assunzione di impegni vaghi sull'aumento della temperatura terrestre entro i 2 gradi centigradi, e ignorare l'urgenza di un piano di manutenzione ordinaria e straordinaria dell'ambiente e dei corsi d'acqua. Ecco dove andrebbero impiegate le risorse che verranno invece dissipate nel reddito di cittadinanza". Lo afferma in una nota Daniela RUFFINO, deputata di Forza Italia. "Va bene la prevenzione, va bene quindi stringere le maglie dei regimi autorizzativi per quanto riguarda l'edificazione e il consumo di suolo. La vera sfida, però - osserva - rimane quella della manutenzione, da attuare qui e subito. Cominciando con lo snellimento delle procedure burocratiche e con la revisione dei piani. Valga per tutti l'esempio della mia regione, il Piemonte. Qui il piano stralcio delle fasce fluviali dell'Autorità di bacino è datato 1998. Al ministro chiedo di spiegare come intende operare immediatamente sulla mitigazione del rischio per eliminare graduatorie di bandi vecchie di anni", conclude.




OLIMPIADI: FI TORINO, DELIBERA GRILLINA E' INVOTABILE

"La delibera del M5s è invotabile e la responsabilità politica della sua eventuale approvazione in Consiglio ricadrà tutta intera sulle spalle del sindaco Appendino, che continua a subire il ricatto politico-amministrativo dei dissidenti del suo partito rispetto ai quali non ha la forza di prendere il largo. A questo punto ci appelliamo come Forza Italia agli 11 sindaci delle valli coinvolte nel progetto olimpico per sollecitarli, insieme alle forze economiche e sociali, a mobilitarsi e prendere in mano la proposta di candidatura". Così, in una nota i parlamentari piemontesi di Fi, Daniela RUFFINO e Osvaldo Napoli. "La delibera grillina pretende di dettare al Coni le regole del Comune rivendicando, in nome della sovranità popolare di cui sarebbe espressione, il diritto a imporre le sue regole perfino agli altri Comuni candidati - proseguono i parlamentari azzurri- siamo di fronte a un delirio di onnipotenza politica che sarà pagato molto caro dai torinesi, dal territorio, dai Comuni valligiani e da tutti quegli attori sociali ed economici che puntano sulle Olimpiadi per ridare slancio al tessuto produttivo della Regione", concludono.





venerdì 13 luglio 2018

BANDI: Interventi a sostegno dell’editoria locale

 

 

1) Avviso pubblico L.r 18/2008 Interventi a sostegno dell’editoria locale “Bonus per la partecipazione al Salone Internazionale del Libro 2018”

Il presente intervento intende sostenere la partecipazione dei piccoli editori piemontesi al Salone Internazionale del Libro di Torino 2018 attraverso l’’assegnazione di un bonus a fondo perduto per un importo di Euro 1.000,00 per ciascun editore, quale supporto all’acquisto di uno spazio ed alla presenza nell’ambito della manifestazione.

Materia: 
Cultura
Soggetti beneficiari: 
Possono beneficiare del sostegno, ai sensi dell’art. 2 della L.r 18/2008, le piccole  e microimprese editrici che al momento della presentazione della domanda abbiano i seguenti requisiti:
1) siano iscritte regolarmente da almeno due anni decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso presso la competente Camera di Commercio;
2) abbiano prodotto o distribuito, anche al di fuori del territorio regionale, almeno 5 titoli e non più di 500 a catalogo corrente (opere in commercio);
3) abbiano sede legale ed attività produttiva in un comune del Piemonte;
4) siano un’impresa editrice indipendente, non appartenente ad un grande gruppo editoriale;
5) abbiano come attività prevalente l’attività editoriale;
5) non siano oggetto di procedura concorsuale  per insolvenza o non soddisfino  le condizioni previste dal diritto nazionale per l’apertura nei loro confronti di una tale procedura richiesta dai loro creditori;
6) non siano classificabili come “ imprese in difficoltà”ai sensi dell’art. 2, punto 18 del regolamento (UE) n. 651/14;
7) non abbiano ricevuto, per la medesima iniziativa, altri contributi pubblici per le spese oggetto del contributo;
8) siano in regola con le contribuzioni fiscali e previdenziali e ottemperanti gli obblighi dei C.C.N.L..

Non possono beneficiare dei contributi previsti nel presente bando gli Istituti Culturali, le Fondazioni e le Associazioni che, pur svolgendo attività editoriale, non presentano carattere di “impresa” con finalità di natura commerciale e imprenditoriale. 

Tipologia finanziamento: 
Fondi regionali
Note: 
L’istanza deve essere presentata, a pena di inammissibilità, dal legale rappresentante perentoriamente  a partire dal 13/07/2018 ( periodo decorrente dal giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte)   fino al 09/08/2018 esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo
culturaturismosport@cert.regione.piemonte.it
mediante apposizione di firma digitale applicata su documento in formato pdf

Nell’oggetto del messaggio di posta elettronica certificata deve essere indicato il riferimento: (nome soggetto richiedente) – )  L.r. 18/2008  - Avviso pubblico. Bonus per la partecipazione al Salone Internazionale del Libro 2018.

Note presentazione domande: 
le istanze  potranno venire presentate a partire dal  13/07/2018

Importo in €: 
40.000,00
Contatti: 
Maria Paola Gatti 011/432.3597 – paola.gatti@regione.piemonte.it
Chiara Nutolo  011/432.0722– chiara.nutolo@regione.piemonte.it 

Struttura di riferimento: 
A2001A - PROMOZIONE DEI BENI LIBRARI E ARCHIVISTICI, EDITORIA ED ISTITUTI CULTURALI

PSR 2014/2020. Misura 16.8.1. Contributo a fondo perduto fino al 100% per il sostegno alla stesura e all'attuazione di piani forestali aziendali.





AREA GEOGRAFICA: Piemonte
SETTORI DI ATTIVITÀ: Agricoltura, Pubblico, Servizi/No Profit
BENEFICIARI: Associazioni/Onlus/Consorzi, Ente pubblico, PMI, Micro Impresa
SPESE FINANZIATE: Opere edili e impianti, Promozione/Export, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 1.500.000
BANDO APERTO | Scadenza il 27/09/2018
Il bando prevede il sostegno alla stesura di piani forestali aziendali esclusivamente all'interno di una forma di gestione forestale associata che operi in modo stabile e con la direzione di un tecnico forestale, su una superficie minima di 100 ha.
I temi prioritari dell'operazione sono i seguenti, adattati allo specifico contesto forestale e della filiera del legno:
  • l'innovazione di prodotto, di processo, organizzativa e sociale;
  • la sostenibilità ambientale dei processi produttivi;
  • l'adattamento dei processi produttivi ai cambiamenti climatici, la prevenzione dei rischi naturali e del dissesto idrogeologico, la riduzione delle emissioni di gas serra e di ammoniaca, l'aumento del sequestro di carbonio e il miglioramento dell'efficienza dell'uso dell'acqua e del rendimento energetico.

Soggetti beneficiari

Il bando è riservato a forme di cooperazione costituite da almeno due soggetti sia pubblici che privati che sono interessati alla stesura di piani forestali aziendali.
Le categorie dei soggetti che possono far parte del gruppo di cooperazione sono esclusivamente:
  • Operatori del comparto forestale e della filiera del legno;
  • Enti locali;
  • Proprietari di superfici forestali;
  • Enti gestori.
Le forme di cooperazione devono avere una durata minima di 5 anni e per lo stesso periodo di tempo la gestione forestale deve essere diretta da un tecnico forestale.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammessi i seguenti interventi:
  • Costo per la stesura di piani forestali aziendali, eventualmente integrati con altri piani di gestione territoriale;
  • Costo dell'animazione della zona interessata al fine di rendere fattibile un progetto collettivo;
  • Costi di esercizio della cooperazione (personale, funzionalità ambientale e operativa);
  • Costi diretti di specifici progetti legati all'attuazione di un piano forestale aziendale;
  • Costi per certificazione di Gestione Forestale Sostenbile. 

Tipologia di spesa ammissibile

Saranno ammesse al finanziamento le seguenti tipologie di spese:
  • spese di personale;
  • consulenze e collaborazioni esterne;
  • viaggi e trasferte;
  • acquisizione di servizi e realizzazione di opere e lavori;
  • spese preliminari per la Gestione Forestale Sostenbile e di rilascio della certificazione da parte dell'organismo di certificazione.

Entità e forma dell'agevolazione

La dotazione finanziaria è pari ad € 1.500.000,00.
L'agevolazione prevista è un contributo in conto capitale, l'intensità del sostegno è pari al 100% dei costi ammissibili.
L'importo massimo del contributo erogabile sarè pari a € 300.000,00.
L'importo minimo della spesa ammissibile riferito all'intero progetto è pari a € 50.000,00.

Scadenza

27 settembre 2018