venerdì 16 marzo 2018

RNEWS: Comunicati stampa







RUFFINO (FI): DALLA REGIONE PIEMONTE NESSUNA CERTEZZA SUI TEMPI PER LO SCORRIMENTO DELLE GRADUATORIE VOLTE ALLA RIMOZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE
"Ancora una volta la Giunta regionale piemontese non ha dato nessuna certezza sui tempi per lo scorrimento delle graduatorie per il finanziamento rivolto a soggetti pubblici e privati per la rimozione delle barriere architettoniche". A sostenerlo la vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino a seguito della risposta al suo question time presentato nella seduta avvenuta ieri.
Spiega l'esponente di Forza Italia: "Continuo a registrare le proteste di tanti cittadini che lamentano di non riuscire a veder finanziati gli interventi per rimuovere le barriere architettoniche. Si tratta di una situazione incresciosa e inaccettabile visto che altre Regioni si stanno muovendo dando priorità a questo tipo di interventi, stanziando ingenti risorse proprie. L'assessore, nonostante più volte sollecitato, sposta il problema a livello centrale, dicendo che il Fondo nazionale solo recentemente é stato rifinanziato e che quindi si potrà provvedere con i soldi stanziati per coprire lo scorrimento delle graduatorie. Sarebbero in arrivo 18 milioni di euro circa da qui al 2020, ma ancora una volta non ci é dato sapere quando i cittadini riceveranno sul serio i fondi".
Conclude Ruffino: "Non condivido questa modalità di azione della Regione. In questi anni la Giunta di centrosinistra ha dimostrata scarsa sensibilità sull'argomento. Ritengo debbano essere finanziati gli interventi per la rimozione di questi ostacoli alla vita delle persone disabili anche per le attività produttive e commerciali di qualunque tipo: industriali, agricole, artigianali, commerciali”.







OLIMPIADI 2026, FORZA ITALIA PIEMONTE: LA REGIONE PIEMONTE FINALMENTE IN CAMPO PER I GIOCHI INVERNALI

"Finalmente la Regione Piemonte scenderà in campo a sostegno della candidatura di Torino per ospitare le Olimpiadi e Paralimpiadi invernali 2026". Ad affermarlo il vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino.

Daniela Ruffino, prima firmataria di un ordine del giorno presentato per impegnare la Giunta regionale a valorizzare tutti i siti già interessati dalle olimpiadi 2006 e approvato dal Consiglio regionale, spiega: "Di fronte all'immobilismo della Città di Torino era necessario che la Regione Piemonte battesse un colpo. Finalmente, anche grazie alle nostre sollecitazioni, si sta lavorando con l'obiettivo di portare a casa un evento tutti insieme. Una manifestazione alla quale vogliamo candidarci non per la velleità di qualche consigliere regionale o della classe politica, quanto dalle nostre Vallate e dagli operatori economici della Città di Torino e della città metropolitana. Se riusciremo a vincere questa sfida sarà una Olimpiade che nasce dal basso, non dall'alto e potrà portare a compimento quella valorizzazione del nostro territorio iniziata nel 2006 che ha portato ad una implementazione del sistema dei trasporti, degli impianti sportivi ma anche di quello ricettivo alberghiero".