giovedì 19 aprile 2018

RuffinoNews: Comunicati stampa




GOVERNO: RUFFINO "MATTARELLA CHIEDE ESPLORAZIONE PER MAGGIORANZA CHIARA" 

"Prima di tutto i complimenti alla presidente Casellati per l'incarico ricevuto e che lei sapra' assolvere nel migliore dei modi, aiutata dalle doti di autorevolezza e competenza da tutti gia' riconosciute con la sua elezione allo scranno piu' alto di Palazzo Madama. Il mandato esplorativo conferitole dal presidente Mattarella ha due paletti precisi: esso indica il perimetro della possibile maggioranza e impone anche un termine temporale molto stretto". Cosi' Daniela RUFFINO, deputata di Forza Italia. "La presidente Casellati dovra' verificare la sussistenza di una maggioranza fra i partiti della coalizione di centrodestra e il M5s. Cio' significa, senza la pretesa di interpretare il Quirinale, che il presidente della Repubblica considera il valore della coalizione come un dato imprenscindibile per dar vita a una maggioranza. Conseguenza di questa impostazione - aggiunge - e' che soltanto il rifiuto ostinato del M5s di riconoscere il centrodestra come coalizione puo' portare al naufragio il tentativo della presidente Casellati. I termini temporali stretti sono un altro aspetto importante. Il presidente Mattarella ha voluto dire alle forze politiche che la nascita del governo non puo' essere condizionata dai calcoli politici e dalle speranze elettorali di questo o quel partito. Si tratta di un viatico importante, perche' pone i partiti di fronte alle proprie responsabilita'. Forza Italia dara', come sempre ha fatto nella sua storia, risposte chiare e impegnative per il bene del Paese. Saranno altri, eventualmente, ad assumersi la responsabilita' di traccheggiare. Ma dopo il mandato esplorativo conferito alla presidente Casellati, i partiti non possono piu' nascondersi dietro un dito", conclude. 


GOVERNO: RUFFINO "DI TUTTI O DI POCHI MA PER FARE CHE COSA?" 

 “In attesa che il presidente Mattarella faccia conoscere le sue decisioni, trovo un po' stucchevole la polemica sulla composizione del futuro esecutivo innescata dal ministro Calenda. Stabilire se il governo debba essere di tutti o di pochi e' francamente marginale rispetto alla necessita' di sapere: che cosa deve fare il prossimo governo? Il rischio e' di impiccarci tutti alle formule di governo, come accadeva nell'autunno del centrosinistra, invece di guardare ai problemi". Lo afferma in una nota Daniela RUFFINO, deputata di Forza Italia. "Tagliare le tasse, si', ma come e in che modo? Rispettando le regole europee e al loro interno guadagnandoci la flessibilita' necessaria per dare slancio alla ripresa economica, oppure calpestare le regole europee e infischiarsene delle conseguenze che questo potra' avere sulla gestione del debito e sulla emissione di nuovi titoli? Amici della Russia, sicuramente, come ha dimostrato il presidente Berlusconi, ma quest'amicizia puo' essere coltivata senza per questo venir meno ai vincoli atlantici ed europei? Le sanzioni da togliere a Mosca, scelta sacrosanta, sono una decisione efficace se presa unilateralmente dall'Italia - aggiunge -, oppure sara' una decisione piu' forte e politicamente fruttuosa se concordata con tutti gli alleati? Ecco, dal tipo di risposte che si trovano a queste domande si potra' sapere quali saranno i partiti e i soggetti politici titolati a dar vita a una maggioranza parlamentare. Nell'affidare l'incarico, il presidente Mattarella vorra' conoscere gli intendimenti dell'incaricato su tutte queste questioni e la base parlamentare che lo sosterra' nel suo sforzo. Forza Italia ha gia' fatto sapere, con il presidente Berlusconi, che cosa ritiene piu' utile fare per gli interessi dell'Italia".